Non tutto è perduto!


I giocatori della Nazionale di calcio, hanno deluso le aspettative! Le aspettative, si, quello che è sbagliato nel nostro comportamento sono le aspettative! E questo perchè le premesse sono sempre al di sopra di ciò che in realtà siamo, di conseguenza ci aspettiamo che i risultati siano quelli che avevamo preventivato. Rimaniamo delusi quando non centriamo gli obbiettivi. Ci riteniamo “grandi” al di là delle nostre possibilità. Nel caso del calcio, abbiamo giocatori “famosi” per la vita che fanno, per ciò che guadagnano, per il successo che ottengono, per come si comportano, una vita di lussi, con tante opportunità, sempre in primo piano sui media, sempre a fare e dare spettacolo. Dal punto di vista sportivo li guardiamo con occhi spalancati, un fisico invidiabile, una grinta fenomenale, capacità indefinibili, proprio dei fenomeni, quanto a risultati, pochi! Forse dovrebbero, loro, comportarsi con più umiltà, senza mettere in risalto continuamente le loro fortune, mentre noi, dovremmo guardarli e giudicarli per altre virtù che magari hanno e non aspettarci che questi “giovani” atleti possano tutto. Quindi anche noi dovremmo comportarci in modo differente, senza esaltarci ed esaltarli più del dovuto. Ecco possiamo dire che tutto, anche lo sport va praticato con “umiltà” e premiare le giuste capacità solo quando si raggiungono determinati risultati.
Nello sport come nella Politica, negli affari, nell’arte, nella scienza, nell’educazione, nella carriera, nella vita in generale, ci manca la giusta considerazione e obbiettività, noi italiani siamo facili all’acclamazione ed altrettanto facili alla denigrazione.
La squadra del Costarica, che ci ha battuti in questa qualificazione del Mondiale di calcio 2014, in Brasile, ci ha dato una lezione di vita. In America latina ed in Costarica si fa fatica a vivere, bisogna “sudarsi” tutto, non ci sono guadagni facili, bisogna lottare sempre, anche nello Sport e quando si raggiungono risultati come quello che hanno ottenuto, gli stessi giocatori non si esaltano, come anche i loro connazionali, tutti sanno che il successo, la fortuna, la gioia di un risultato positivo è “effimera” e quindi devono perseverare nell’impegno con umiltà se vogliono perseguire uno scopo ancora più grande.
Dopo tanti secoli di storia, noi italiani, dobbiamo ancora imparare, ma possiamo essere differentemente da come siamo, perchè non ci mancano le doti, il coraggio, l’umiltà, la forza e l’amor Patrio. Una squadra di calcio deve dimostrare anche questo, “L’Amor Patrio”, i giocatori devono sapere che un intero Popolo, quello Italiano, si aspetta (l’Aspettativa) molto da loro, perchè a loro ha donato successo e fortune.
“Forza Azzurri” non ci deludete! nazionale di calcio 1

Ancora tu?


Ma vi rendete conto? “Berlusconi rompe il silenzio e ritorna all’attacco”. Questo titolavano oggi alcuni giornalisti della carta stampata e della TV. E’ mai possibile che non ci si rende conto che in questo modo facciamo il suo gioco. “Si parla bene? Se ne parla male? L’importante è che se ne parli!” Così diceva l’antico filosofo! Il magodiarcore conosce bene tutti questi trucchi, gli utili idioti che lo servono, sanno altrettanto bene che caduto lui, saranno tutti allo sbando, per cui fanno da megafono anche loro alle farneticazioni del lider (de’ noantri). Infatti il magodiarcore ha aggiunto che, “non gli si può impedire di essere un Leader”, e il capo del Governo (il nipote di Gianni, Enrico, l’ex… quello che poi è passato al PD, ehm… quello, proprio quello), continua il mago, deve trovare le soluzioni per porre rimedio alla condanna appena subita, se non vuole che alcuni ministri (PDL, continuiamo a chiamarla così la banda del mago) si dimettano da quel governo con le conseguenze che ne derivano. Così ha sentenziato il “Verbo” e noi tutti stiamo ad ascoltarlo, meditiamo soluzioni, immaginiamo manifestazioni, rivoluzioni, temiamo guerre civili, come ci ha appena prospettato il sagrestano di arcore, da altra parte gli fanno eco tutti coloro che temono la catastrofe per le minacce e per le conseguenze delle decisioni del mago. Ma a nessuno, proprio nessuno viene in mente di dirgli: ancora tu? Ma non dovresti essere in carcere?
044855658-045ad1c6-b1df-4d8a-9c1b-8368cc4229d0

Non saranno programmi politici diversi a cambiare il mondo, ma reti di persone diverse: coscienze in rete.


La grande onda di risveglio delle coscienze di Fausto Carotenuto
Nella nostra bellissima epoca, l’epoca della crescita della coscienza, il fenomeno principale è quello del risveglio. Sì, proprio del risveglio della coscienze. Che è in atto a livello planetario in modo fortissimo ed accelerato da alcune decine di anni.
Il risveglio della coscienza è dovuto al fatto che il cuore, alimentato da forti impulsi amorosi, ha cominciato a dire in modo veemente e chiaro a tante persone che non si può vivere solo per se stessi, predando gli altri e la natura. Ma che il bene di tutti, compreso il nostro, è nel mettere sullo stesso piano il bene degli altri, di Madre Terra e delle sue creature. Finalmente grandi masse, pari a circa un terzo della popolazione mondiale, stanno cominciando ad applicare il bimillenario “ama il prossimo tuo come te stesso”. Anche a prescindere dal credo religioso, dalla provenienza etnica o sociale, o dalla cultura di origine.
Questa cultura della coscienza è fatta di libertà, che ne è la base. Perché l’assenza di condizionamenti interiori ed esteriori consente ad ogni individualità di sentire la voce libera del proprio cuore unirsi ad un pensiero che tende così ad aprirsi gradualmente alla comprensione del mondo e del senso della vita.
Gli antichi ed oscuri poteri di controllo politico, economico, culturale e religioso del mondo, hanno un fortissimo timore di questa onda in crescita, perché per la prima volta dopo migliaia di anni lo sviluppo di una massa critica enorme e “libera” interiormente, rischia di creare una cultura nuova. Una cultura talmente sveglia ed interessata al bene da dissolvere gradualmente l’autorità e l’influenza di chi invece basa da sempre il proprio potere proprio sulla imposizione di condizionamenti di ogni tipo alla libertà degli individui.
Una minaccia enorme per gli oscuri poteri di controllo del mondo, che sono da anni in vera e propria emergenza. Molti i tentativi di bloccare l’onda di risveglio. Con forme pensiero specifiche, con medicinali, onde magnetiche, chimica e agricoltura devitalizzanti, con il condizionamento dei sistemi politici, con la creazione di emergenze militari e terroristiche, con la formazione di enormi bolle speculative, con il controllo di una finanza predatoria, ecc…
E poi con la verticalizzazione del potere.
Per le lobbies, le congreghe, le massonerie e gli ordini religiosi e cavallereschi che controllano gli alti livelli della società è facile impossessarsi dei livelli decisionali di organismi centrali nazionali, ma ancora di più manovrare con successo per controllare organi sovranazionali, come l’Unione Europea, l’ONU, la NATO, ecc.. E’ evidente che l’onda della coscienza tenderà progressivamente ad occupare e a “liberare” spazi crescenti in tutti i settori, anche politici, economici, culturali, scientifici… Dai poteri di manipolazione. E questo avverrà man mano che il movimento del risveglio crescerà e si organizzerà. Ma non si verificherà a partire dal vertice, bensì – come sta già cominciando ad accadere – dai livelli locali, in orizzontale.
La risposta dei poteri oscuri a questa naturale e difficilmente arrestabile espansione orizzontale è pienamente in corso. Prevede di depotenziare i livelli locali, per togliere possibili strumenti al movimento del risveglio, e quindi di sottrarre potere a comuni, provincie, regioni, stati nazionali… per affidare crescenti poteri laddove è più facile per loro prendere il controllo. Ai livelli multinazionali: prima quelli regionali, come l’Europa… per poi giungere all’arroccamento finale difensivo del potere nella fortezza di un Superstato Mondiale.
Ecco, le vicende politiche italiane si inseriscono perfettamente in questo quadro: ci stanno spingendo verso la cessione di sovranità pressoché totale all’Europa, e stanno modificando la nostra classe politica e le nostre strutture locali logistiche, industriali, economiche e di organizzazione sociale e politica, in modo che facciano poca resistenza al processo. Ed il potere finisca interamente nelle mani degli europeisti mondialisti. A colpi di crisi finanziarie, scandali, arresti, leggi, propaganda, forme pensiero devianti, ecc…

Per il movimento del risveglio è presto per pensare di ribaltare questa situazione: la massa critica necessaria ci sarebbe anche, ma non è sufficientemente consapevole del quadro e dei mezzi che ha a disposizione. Deve concentrarsi sulla propri maturazione e sulla diffusione del proprio punto di vista.

Ora occorre diffondere una cultura della consapevolezza priva di odio e piena di amore per gli altri. Una cultura che non rimanga “ingenua” e solo interessata ad altro. Ma che dal suo punto di vista approfondisca i vari temi sociali, e che si diffonda orizzontalmente dal punto di vista culturale e delle azioni concrete.
Questo articolo è tratto dall’importante Dossier Sui Club Mondialisti di Coscienzeinrete Magazine. Questo il link per leggerlo per intero:http://coscienzeinrete.net/politica/item/973-dossier-la-verita-su-club-di-roma-club-di-budapest-e-club-di-madrid

VIVA SILVIO!


Viva Zapata!

Amici, vi rendete conto? Il 30 luglio la Cassazione dovrebbe pronunciarsi sul terzo grado di giudizio del processo Mediaset per frode fiscale. Berlusconi rischia una condanna a 4 anni di detenzione e l’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni. Certo, avendo superato i 70 anni non andrà in carcere (legge ex Cirielli), potrebbe scontare la pena agli arresti domiciliari (?), dov’è domiciliato Berlusconi? Ad Antigua, ad Arcore, a palazzo Grazioli, dove cazzo abita? Ma può darsi che i difensori di Silvio chiedano al giudice la pena alternativa e cioè che il loro cliente venga affidato ai servizi sociali per un anno. Ma vi rendete conto? I servizi sociali, ma quali? I centri per tossico dipendenti, ragazze madri, presso queste ultime potrebbe non dispiacergli, forse sono le cosidette “olgettine”, non è anche quello un centro sociale? Di cosa si occupano? Sono ragazze, ragazze di madre lingua inglese, portoghese, napoletano, laureate in varie materie, con esperienze presso grossi centri, ad esempio una volta a settimana si ritrovano in una casa, dove avvengono vari riti di iniziazione, per partecipare poi a sedute cul.turali con alcuni vegliardi.
Comunque il 30 luglio lo sapremo.
m carfagna barbara matera
Quello che comunque mi sconvolge è il fatto che non riesco ad immaginare l’italietta e gli italioti senza Silvio nazionale, senza il presidente del Milan, senza il tombeur de femme, la voce del duo “Berlusca-Apicella”, l’organizzatore di cene eleganti ad arcore, il protettore di nipoti di Mubarak, il benefattore di igieniste dentali, il talent scout di provette artiste dello spettaculo, il cercatore di tettafondiste, lo showman più famoso al mondo, l’esperto di lettoni di putin, il pifferaio magico, sì, infatti sembra, e ci mancherà, che il pifferraio abbia veramente qualcosa di magico, nostante l’operazione alla prostata, si dice, i più informati della cerchia del teleimbonitore asseriscono che c’è l’ha addirittura d’oro, ed alcune vestali, con buste di 5000 euro a botta, assicurano che il satrapo riesce ad avere molteplici accoppiamenti in una notte, con molteplici ancelle.
Tutto questo è sbalorditivo, di chi ci occuperemo da agosto in poi? Chi riuscirà a sbalordirci come lui, Esiste in Italia un altro personaggio di questa levatura?
Io ormai da quasi vent’anni avevo cambiato la mia vita, cercando di emulare Silvio, anche se in condizioni miserrime, rispetto all’opulenza ed alla ricchezza del mega cavaliere lumbard, poi, è vero, non avevo “amici” ed “amici degli amici”, e tra l’altro ho sempre cercato di far tutto da solo, come lui, un perfetto self-made-man.
Mi sono sempre ispirato a lui ed adesso viene a mancare il mio maestro, il nume ispiratore, il difensore dei deboli Lele e Fede, il giustiziere di Ilda Bocassini, lo zoccolo duro di una culona inchiavabile, il protettore di Karima, il cavaliere errato di Mara, il deus ex-machina del transatlantico italicus, etc. etc.
Sono sicuro comunque che Silvio ci sbalordirà di nuovo, con “Il ritorno di Silvio”, intanto “VIVA SILVIO”, in Italia c’avemo il rivoluzionario di no’antri, “Silvio”, proprio come Zapata.

In nome del Popolo Italiano…


La Presidente del Collegio Giudicante della IV sez. Penale del Tribunale di Milano, dott.ssa Giulia Turri da lettura della sentenza:
…”Visti gli articoli 521 comma 1 (sulla correlazione tra l’imputazione contestata e la sentenza, prevede che il giudice possa dare al fatto una definizione giuridica diversa da quella enunciata nell’imputazione, ndr), 533 (condanna dell’imputato, ndr) e 535 (condanna alle spese, ndr) del codice di procedura penale dichiaro Silvio Berlusconi colpevole dei reati a lui ascritti, qualificato il fatto di cui al ‘capo a’ (concussione, ndr) dell’imputazione come concussione per costrizione e ritenuta la continuazione, lo condanna alla pena di sette anni di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali”. “Visti gli articoli 317 bis (sulle pene accessorie, ndr), 29 e 32 del codice penale (che disciplinano i casi nei quali alla condanna consegue l’interdizione dai pubblici uffici e quella legale, ndr) dichiara l’imputato – prosegue il dispositivo – interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, nonche’ in stato di interdizione legale durante l’espiazione della pena. Visto l’articolo 240 del codice penale, ordina la confisca dei beni sequestrati a Karima el-Mahrug e Luca Risso”. Quindi l’elenco dei testimoni i cui verbali saranno trasmessi alla Procura della Repubblica “per le sue valutazioni”: tra questi, anche Maria Rosaria Rossi e Licia Ronzulli, il funzionario della Questura di Milano Giorgia Iafrate, Carlo Rossella ed altri.

berlusconi-de-vivoruby1
La condanna di Silvio Berlusconi al processo Ruby ha immediatamente conquistato l’apertura di tutti i siti dei media internazionali, molti dei quali gia’ ore prima avevano in homepage la notizia dell’imminente verdetto. La Cnn ha fatto una ‘breaking news’ dal titolo: “Giudici italiani condannano ex premier Berlusconi a sette anni di prigione per sesso con prostitute minori”, e ha aperto la sua edizione web anche il Wall Street Journal: “Berlusconi condannato nel processo per sesso a pagamento”. Il viso dell’ex premier appare in apertura di quasi tutti i giornali francesi, “Berlusconi condannato a sette anni di prigione” scrive Le Monde, “Scandalo sessuale Rubygate, Berlusconi condannato a sette anni di prigione” e il simile titolo di Le Figaro. Mentre ‘El Pais’, che apre con la notizia dall’Italia, sottolinea che “la sentenza minaccia di innescare l’uscita del Popolo delle Liberta’ dal governo”. Apertura prima pagina anche sulla tedesca Faz “L’ex primo ministro Silvio Berlusconi condannato nel processo Ruby”, mentre il britannico Financial Times riempie la prima pagina con la notizia giudiziaria dall’Italia, “Berlusconi condannato a sette anni e bandito dalle cariche pubbliche”.
(video di youreporter, testi di “affari italiani” e “la repubblica”)