Tutti chiacchiere e distintivo


Tutti chiacchiere e distintivo
di Marco Travaglio
Presentazione del nuovo giornale "Il Fatto Quotidiano"

19 aprile 2014 alle ore 12.59
Carta Canta, l’Espresso 18 aprile 2014

Gli annunci di Renzi e dei suoi ministri non sono sbagliati per quello che annunciano (a parte la riforma costituzionale, bollata giustamente di “svolta autoritaria” da Zagrebelsky, Rodotà & C. nell’appello di Libertà e Giustizia). Ma perché declinano ancora i verbi al futuro, mentre gli italiani sono stufi dei ”faremo”preferirebbero ”abbiamo fatto”. Senza scomodare il “Contratto con gli Italiani” di Berlusconi alla scrivania di Vespa nel 2001, basta digitare su Google qualche parola-chiave da novembre 2011 a novembre 2012, l’anno dell’ultimo governo giunto in fondo al suo mandato: quello di Mario Monti. “Ci siamo datila consegna del silenzio”, rispondevano i ministri nei primi due giorni. Poi cominciarono a promettere a manetta. E i giornali e i tg dietro. Col risultato di creare enormi aspettative, seguite a stretto giro da cocenti delusioni. La ministra della Giustizia, Paola Severino promise, nell’ordine: “Abusod’ufficio, più severità” (30-12-2011),“riforma epocale” (7-7-2012), “revisione di prescrizione, falso in bilancioe conflitto d’interessi” (20-2). Risultato: zero. Sull’evasione Montiannunciò “lotta dura” (9-1) e “stato diguerra” (17-8): a parte qualche blitz fra i Vip in ferie, poco o nulla. Disse“sì all’Ici per la Chiesa” (15-2): niente. La parola “tagli” dominava su tuttii media,seconda solo a “spending review” (affidata al sottosegretario Giarda e al super-commissario Bondi): “Strategia d’attacco al debito” (Corriere, 30-12).“Monti incalza i ministri sui tagli” (Corriere, 22-4). “Questori e prefetti,ecco i tagli” (Stampa, 29-4), “Giarda: ‘Via subito 100 miliardi di sprechi’”(Corriere, 28-5). “Spending review, obiettivo 5 miliardi” (Corriere, 13-6). “Itagli di Bondi: 14 miliardi in 2 anni” (Stampa, 13-6). “Il governo si tagliaanche le ferie” (Corriere, 16-6). “Tagli, tocca a statali e sanità” (Stampa,4-7). “Via 1 statale su 10. Risparmi fino a 36 miliardi” (Corriere, 4-7).“Subito i tagli: risparmi da 26 miliardi in tre anni” (Corriere, 6-7). “Montiprepara un piano taglia-debito” (Repubblica, 9-8). “Spunta il commissariotaglia-debito” (Corriere, 12-8). Naturalmente aumentarono sia il debito sia laspesa corrente. E i compensi dei boiardi? “Tetto agli stipendi senza deroghe”(Repubblica, 31-1). “Maxi stipendi dei manager, tetto sui contratti futuri”(Corriere, 29-2). Il fatto che ora ci provi Renzi vuol dire che erano ballepure quelle. Idem per i capitali in Svizzera:“Passera: ‘Sul Fisco accordo conBerna da chiudere’” (Corriere, 19-12-2011). “Italia-Svizzera, si avvicinal’accordo: recuperabile tesoro fino a 82 miliardi” (Repubblica, 10-5). E per la“dismissione di beni pubblici: una partita da 500 miliardi” (Corriere, 15-6).Mai visto nulla. E ovviamente “Mannaia di Monti sulle auto blu” (Stampa, 14-1).“Tagli alle auto blu: ‘Usate il bus’”(Corriere, 14-1). “Un esercito di 61 milaauto blu: via il 50%” (Repubblica, 14-8). Sì, buonanotte. E la crescita e losviluppo? Come se piovesse. “Monti, tre mosse per la crescita” (Stampa,30-12).“Passera: crescita,abbiamo un piano” (Corriere, 8-1). “Monti: ‘Ora il Pil puòcrescere del 10%” (Repubblica, 21-1). “Stime del governo: i salari crescerannodel 12%” (Corriere 22-1), “Passera: ‘Crescita e lavoro, ecco il piano’”(Repubblica, 22-1). “L’Ocse promuove Monti: ‘Il Pil può crescere dell’8%’”(Stampa, 7-2). “Monti: adesso la crescita” (Corriere, 7-5). “Monti rompe gliindugi: ‘Ora misure per la crescita’” (Stampa, 23-5). “’Si sta per stringere’.Napolitano ottimista sullo sviluppo” (Corriere,12-6). “Monti: Partel’operazione crescita” (Repubblica, 14-6). “80 miliardi per la crescita”(Corriere, 16-6). “Monti: ‘Basta sacrifici,preparo l’Italia alla crescita’”(Repubblica, 27-7). “Monti ai ministri: subito la crescita” (ibidem, 11-8). “Monti:così farò crescere l’Italia” (ibidem, 25-8). La crescita fu rinviata alla FaseDue, ma non ci fu tempo. Elezioni e governissimo Letta, fatto apposta per lacrescita: durò meno di una gravidanza, e niente crescita. Renzi, appenaarrivato, disse: “Tantifatti e pochi annunci. Basta spot. Lavorare etacere”. Poi, invece… Dev’esserci un virus a Palazzo Chigi.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s