Mussolini, Craxi, Berlusconi: Il Principe e lo specchio del potere


Filippo Ceccarelli
Edit by Treccani
Machiavelli
Gli allor ne sfronda, d’accordo. Ed alle genti svela, non c’è dubbio. Ma tralasciando per un attimo le lacrime e il sangue, che pure non mancano in questa avvincente storia di biblio-politica, vale innanzi tutto prendere in esame la straordinaria coincidenza per cui nell’arco di quasi un secolo ben tre presidenti del Consiglio, o aspiranti tali, comunque tre autentici leader italiani, insomma Mussolini, Craxi e Berlusconi, si sono sentiti in dovere di scrivere di loro pugno, o almeno di firmare per interposto ghost-writer, una prefazione al Principe1. E la prima notazione che viene in mente, prosaicamente, a un giornalista politico, è che quegli scritti non hanno portato fortuna a nessuno dei tre. Come se il loro avventurarsi in quel testo gli fosse stato fatale. Di più, e anche peggio: come se l’aver ceduto alla tentazione di misurarsi con la scienza esatta del comando mischiando storia e attualità, passato e opportunità; come se il vezzo di presentarsi come statisti in grado di colloquiare con la grande anima di Niccolò Machiavelli, ecco, l’impressione che si ricava è che tali prove abbiano comportato per ciascuno dei tre capintesta uno speciale e personalizzatissimo castigo. Una specie di contrappasso legato proprio a ciò che nelle loro prefazioni si erano inorgogliti di sottolineare. Che poi, a pensarci bene, indica una concezione un po’ punitiva della storia, e ancor più del potere, specie quando questo perde di vista la sua insostituibile funzione per automagnificarsi, esercizio di norma eseguito schermando le proprie magagne e cialtronerie dietro la prepotenza e la menzogna. Oppure, come in questo caso, dietro una coltre intellettuale, per giunta invocando a sostegno l’autorità del Segretario fiorentino. Ma senza rendersi conto che proprio questa gli si sarebbe poi ritorta contro. E allora, con la piena coscienza che il senno di poi è chiave suggestiva, ma non sempre esaustiva delle umane vicende, si comincia col dire che il Preludio al Machiavelli dell’allora quarantenne Benito Mussolini fu composto all’inizio del 1924 come prolusione da pronunciarsi in occasione di una laurea honoris causa conferitagli dall’Università di Bologna2. Ma al dunque l’erogazione si rivelò affrettata, per non dire raffazzonata, sorsero dubbi e difficoltà in seno al corpo accademico, lo stesso Mussolini si ritrovò impegnato nella campagna elettorale che si svolgeva in quel periodo, probabilmente si scocciò anche dei rinvii, e alla fine – che poi in tale genere di faccende non è mai la vera fine – rinunciò e mise una pietra su questa benedetta laurea e sull’annessa cerimonia3. Sennonché, all’insegna del motto giornalistico secondo il quale «non si butta mai niente», il suo Preludio trovò pronta ospitalità sulla rivista «Gerarchia», di cui era animatrice Margherita Sarfatti, che lo pubblicò in forma di articolo alla fine del mese di aprile del 1924. Da appena tre settimane, stavolta dopo aver vinto le elezioni, il duce era presidente del Consiglio. Anche per questo il testo venne passato ai maggiori quotidiani, che lo ripubblicarono suscitando la dovuta impressione e, come presto si vedrà, le opportune polemiche. Di sicuro Mussolini conosceva e amava l’opera di Machiavelli. Di lì a poco la Sarfatti, nella sua popolarissima biografia Dux, lo avrebbe raffigurato, bersagliere in licenza, mentre davanti al focolare della casa di Predappio si alternava con il padre nella lettura ad alta voce del Principe. Per cui, anche al netto delle rappresentazioni oleografiche, c’è da credere che quella prefazione fosse per lui il compimento e insieme il riconoscimento di una passione personale. Che Mussolini, oltretutto, si riprometteva addirittura di approfondire con un’opera organica e scopertamente didattica di cui nella mancata lectio magistralis indicava il titolo: Vademecum per l’uomo di governo.
Continua a leggere…http://www.treccani.it/machiavelli/saggi_e_approfondimenti/saggi/Mussolini-Craxi-Berlusconi-il-Principe-specchio-potere.html
mussolini1_cover

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s