Ops! E’ fatta!


letta con il mago
Berlusconi Silvio, detto il caimano, lo psiconano, etc., ha varato un nuovo governo. Questo signore, io lo definirei “il mago”, costui, dopo aver fatto i cazzi suoi per 50 (cinquanta) lunghi anni, ha gettato le premesse per altri 25 (venticinque) anni di interessi personali e di famiglia a spese degli italiani (di tutti, sia di quelli che l’hanno votato sia di quelli che lo hanno osteggiato). Perchè 25?
Sembra che don Verzè (non si tratta di un’ortaggio, ma dell’ex presidente dell’ospedale “San Raffaele” di Milano, costretto al fallimento per le follie di vari soggetti, tra cui lo stesso Verzè (progetto Brasile), della direzione amministrativa e dalla sconsiderata gestione dei soci, tra cui il berlusca), dicevamo che la buon’anima, avesse predetto all’amico che gli aveva dato tante soddisfazioni e con il quale aveva fatto affari, che sarebbe vissuto sino a 120 anni.
Ma lo stesso Mago nega questa predizione, asserendo però di essersi sottoposto insieme all’amico spretato (verzè) ad una cura di lunga vita, la quale gli avrebbe consentito di vivere sino a 120 anni, purtroppo però l’amico è già deceduto e Lui teme che altrettanto gli possa accadere quando sarà sulla soglia dei 100 anni.
Ora mentre l’Italia plaude al nuovo esecutivo (si fa per dire), lui si sfrega le mani, plaudendo a se stesso, in quanto, come un vero “mago”, si è servito degli avversari politici, di alcuni giudici asserviti e di giornalisti apparentemente dissidenti a riconquistare il potere che appena un anno fa stava per perdere definitivamente, rischiando di finire in galera.
E così, dopo che uno stuolo di furbi, mascalzoni, inquisiti, cicisbei e dame di compagnia, lo hanno votato e fatto votare (del resto costoro chi altro avrebbero potuto votare?), il resto l’ha fatto lui stesso, prima ha fatto eleggere il Presidente della Repubblica che voleva, complice l’ostinazione di alcuni dilettanti prestati alla politica, il quale Presidente è nello stesso tempo Capo della Corte Costituzionale, costui potrebbe essergli utile per essere scagionato dalle responsabilità penali per i reati di cui è accusato, nello stesso tempo questo Presidente potrà nominarlo senatore a vita, e, come avvenuto per Giulio Andreotti, egli stesso potrà finire i suoi giorni nel proprio letto anzichè scappare ad Hammamet. Poi, pur soffocando un’esibizionismo sempre più incontrollabile e sfrenato, ha pensato bene di mettere sul palco (pardon!) alcuni pupi che potrà manovrare senza dover apparire.
Così Zio Gianni potrà dare gli opportuni consigli al nipote Enrico, Angelino Jolie terrà sotto controllo tutti i “Servizi” (è lì che si giocano le vere partite della politica, sputtanando gli oppositori ed osannando e glorificando gli amici e gli amici degli amici), nello stesso tempo, terrà direttamente sotto ricatto tutto il PD, se costoro (cosìdetti deputati) eseguiranno bovinamente tutte le sue disposizioni, potranno sopravvivere (politicamente) per altri quattro anni, diversamente saranno dati in pasto alla base degli elettori del PD, i quali inferociti per il palese tradimento, potrebbero gettarli nell’arena del Colosseo tra i leoni, facendoli scomparire definitivamente dalle scene politiche.
In quest’ultimo caso, il mago prefigura, in caso di premorienza, una risurrezione, in caso di lunga vita, una ricandidatura come Premier e con un Premio finale di venti nipoti di Mubarak, affertegli tutte insieme in dono dal sostituto procuratore Ilda Bocassini.
Bravo Berlu!
il mago di arcore

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s